Loading...
Attenzione Traders!
Pericolo!

Siti web fraudolenti cerano di mostrare di avere connessioni con JFD

Si prega di essere consapevoli dei siti Web fraudolenti che si presentano come affiliati e / o controparti di JFD.

Piu informazioni
by Charalambos Pissouros

Previsioni settimanali: 14 ottobre - 18 ottobre: vertice UE, dati sui lavori dell'UA, CPI della Nuova Zelanda e del Canada

Dopo i negoziati commerciali della scorsa settimana tra Stati Uniti e Cina, in cui le due nazioni hanno raggiunto un accordo di fase uno, è probabile che ora gli investitori mantengano lo sguardo bloccato principalmente sulla Brexit e sul vertice UE previsto per giovedì e venerdì. I recenti sviluppi suggeriscono che un accordo di recesso è ora più probabile e quindi sarebbe interessante vedere se questo potrebbe essere concordato entro la fine di questa settimana. Per quanto riguarda i dati, anche i numeri di occupazione dell'Australia, così come i CPI della Nuova Zelanda e del Canada, sarebbero al centro dell'attenzione.

Il lunedì sembra essere un giorno relativamente leggero in termini di rilasci e indicatori economici. I mercati in Giappone e Canada rimarranno chiusi a causa rispettivamente del Giorno del Ringraziamento e della Giornata dello sport-salute. L'unico indicatore degno di nota è la produzione industriale dell'Eurozona per agosto, e le aspettative sono per un rimbalzo della Mom dello 0,3% dopo una scivolata dello 0,4% a luglio. Detto questo, ciò porterebbe il tasso yoy più basso, a -2,5% da -2,0%.

Martedì, durante la mattinata asiatica, l'RBA rilascerà i verbali della sua ultima riunione politica. In quella riunione, la Banca ha deciso di ridurre i tassi di interesse di 25 pb, raggiungendo un nuovo minimo record dello 0,75%, e ha ribadito che continueranno a monitorare gli sviluppi, anche nel mercato del lavoro, e ad allentare ulteriormente la politica se necessario. Secondo la curva dei rendimenti impliciti dei futures sui tassi di cassa interbancari a 30 giorni ASX, gli investitori stanno valutando a fondo un altro taglio per febbraio. Pertanto, analizzeremo i minuti alla ricerca di suggerimenti e segnali sul fatto che i responsabili politici siano disposti a continuare ad allentare e, in tal caso, quando potrebbero premere nuovamente il pulsante di interruzione. Detto questo, riteniamo che gli operatori di mercato preferiranno attendere i dati sull'occupazione, in scadenza giovedì, prima di decidere di adeguare le loro scommesse su quel fronte.ASX 30-day interbank cash rate futures yield curve

Dalla Cina, le aliquote CPI e PPI sono in scadenza. Si prevede che il tasso CPI abbia raggiunto un + 2,9% anno su anno da + 2,8%, mentre si prevede che quello PPI sia sceso a -1,2% anno su anno da -0,8%.

Più tardi, durante la mattinata europea, riceviamo il rapporto sull'occupazione nel Regno Unito per agosto. Il tasso di disoccupazione dovrebbe rimanere invariato al 3,8%, mentre si prevede che i guadagni settimanali medi, inclusi ed esclusi i bonus, siano passati a + 3,9% su base annua e + 3,7% su base annua da + 4,0% e 3,8% rispettivamente. Secondo il rapporto IHS Markit / KPMG e REC sull'occupazione del mese, i salari iniziali per i lavoratori a tempo indeterminato sono aumentati al minimo da dicembre 2016, mentre la crescita dei salari temporanei è scesa al minimo di cinque mesi. Ciò supporta il caso di salari ufficiali più bassi.

Anche il sondaggio tedesco ZEW per ottobre sta uscendo. Si prevede che sia le condizioni attuali sia gli indici del sentimento economico siano scivolati ulteriormente nel territorio negativo. In particolare, si prevede che l'attuale indice delle condizioni sia sceso a -26,0 da -19,9, mentre si prevede che il sentimento economico sia sceso a -33,0 da -22,4.

Mercoledì, ora asiatica, è previsto il rilascio degli IPC della Nuova Zelanda per il terzo trimestre. Si prevede che il tasso di qoq sia rimasto invariato al + 0,6%, qualcosa che porterebbe il tasso su base annua a + 1,4% da + 1,7%. Nella riunione precedente, la RBNZ ha mantenuto invariati i tassi di interesse al + 1,00% e, sebbene abbia mantenuto la sua propensione all'allentamento, non ha fornito indicazioni sul fatto che un taglio di novembre sia un affare fatto. Il Comitato ha convenuto che le nuove informazioni da agosto non giustificano un cambiamento significativo delle prospettive politiche e ha aggiunto che vi è ancora spazio per ulteriori stimoli fiscali e monetari, "se necessario", al fine di sostenere l'economia e mantenere la loro inflazione e occupazione obiettivi.

New Zealand CPIs inflation

Tuttavia, il mondo finanziario è rimasto convinto che la Banca premerà nuovamente il pulsante di taglio durante la riunione di novembre, assegnando una probabilità del 100% secondo l'OIS (Overnight Index Swap) della Nuova Zelanda. Pertanto, sebbene un tasso dell'IPC del + 1,4% su base annua sarebbe ancora solo un segno di spunta sopra l'ultima proiezione del RBNZ per il trimestre, che è al + 1,3%, è molto improbabile che modifichi il consenso del mercato.

Nel corso della giornata, otteniamo CPI anche dal Regno Unito. Si prevede che le percentuali sia del CPI principale che del core siano salite a + 1,8% a / a e + 1,7% a / a, rispettivamente da + 1,7% e + 1,5%. Un rimbalzo dell'inflazione può consentire alla BoE di mantenere la sua propensione all'escursionismo, ma il modo in cui i funzionari decideranno di andare avanti dipenderà principalmente dal risultato della Brexit. Stanno uscendo anche le stampe CPI finali dell'Eurozona per settembre e, come spesso accade, dovrebbero confermare le loro stime preliminari.

Ulteriori dati sull'inflazione verranno rilasciati dal Canada. Si prevede che il tasso del titolo abbia raggiunto un + 2,0% da + 1,9%, mentre si prevede che il core sia rimasto invariato a + 1,9% su base annua. Nella sua ultima riunione, la BoC ha mantenuto invariati i tassi di interesse al + 1,75%, ribadendo che l'attuale grado di stimolo della politica monetaria rimane adeguato e, quindi, rimanendo tra le pochissime grandi banche centrali che non hanno ancora rivolto gli occhi al pulsante di taglio. Pertanto, in seguito al rapporto sull'occupazione migliore del previsto per settembre, numeri di inflazione decenti, intorno all'obiettivo del 2% della Banca, potrebbero consentire ai responsabili politici canadesi di rimanere fuori gioco per un po 'di più.

Canada CPIs inflation

Dagli Stati Uniti, abbiamo vendite al dettaglio per settembre, con un tasso nominale che dovrebbe essere sceso a + 0,3% da + 0,4%, ma quello principale è aumentato a + 0,2% mma dallo 0,0%.

Giovedì, il rilascio più importante sarà probabilmente il rapporto sull'occupazione in Australia per settembre. Si prevede che il tasso di disoccupazione sia rimasto invariato al 5,3%, ben al di sopra del segno del 4,5%, che la RBA ritiene che avrebbe iniziato a generare pressioni inflazionistiche, mentre si prevede che la variazione netta dell'occupazione mostrerà un rallentamento a 10k da 37,7k di agosto . È probabile che un rapporto sull'occupazione debole mantenga le mani dei politici australiani attorno al pulsante di interruzione e potrebbe indurre i partecipanti al mercato a presentare i tempi in cui si aspettano che venga consegnato il prossimo calo di un quarto di punto.

Australia employment report

Dal Regno Unito, otteniamo le vendite al dettaglio per settembre, con i tassi mensili principali e core che dovrebbero essere tornati all'interno del territorio positivo. In particolare, si prevede che entrambi siano saliti a + 0,1% mamme rispettivamente da -0,2% e -0,3%. Ciò porterebbe i tassi su base annua fino a + 3,2% e + 2,9% da + 2,7% e + 2,2%. Tuttavia, tenendo presente che il tasso annuo del monitor delle vendite al dettaglio BRC per il mese è sceso a -1,7% da -0,5%, considereremmo i rischi relativi alle previsioni ufficiali come ribassati.

Detto questo, nonostante il fatto che abbiamo raccolto un sacco di importanti dati del Regno Unito che potrebbero spostare la sterlina questa settimana, riteniamo che gli operatori del GBP rimarranno in gran parte concentrati sulla scena politica e sul vertice UE che inizia giovedì. Ricorda che la scorsa settimana, la sterlina è salita alle stelle dopo che il Primo Ministro irlandese Varadkar ha dichiarato che un accordo sulla Brexit potrebbe essere raggiunto entro la fine di ottobre, e dopo che il negoziatore dell'UE sulla Brexit Michel Barnier ha dichiarato di avere avuto un incontro "costruttivo" con la sua controparte britannica. Tutto ciò ha aumentato le aspettative in merito a un accordo sulla Brexit, ma vorremmo sapere qual è l'opinione degli altri Stati membri dell'UE. Anche se troveranno consenso al vertice, qualsiasi accordo dovrebbe essere approvato dal Parlamento britannico, forse in una rara sessione di sabato. Pertanto, crediamo ancora che un accordo concluso e sigillato in meno di una settimana non sia un compito così facile, e se non si concretizza, Johnson dovrebbe chiedere una nuova estensione, almeno secondo la legge. Tuttavia, con il Primo Ministro britannico che si attacca alle armi da fuoco che la Gran Bretagna uscirà dall'UE entro il 31 ottobre, con o senza un accordo, cosa accadrebbe se nessun accordo fosse approvato rimane in gran parte un mistero.

Infine, venerdì, durante la mattinata asiatica, i CPI nazionali giapponesi per settembre stanno uscendo. Si prevede che il tasso principale abbia raggiunto un + 0,4% da + 0,3%, mentre si prevede che il core sia sceso a + 0,3% da + 0,5%. Detto questo, tenendo presente che sia il titolo sia i tassi core di Tokyo per il mese sono scesi, vediamo i rischi che circondano il titolo nazionale inclinato verso il basso.

Japan CPIs inflation

Alla sua riunione precedente, la BoJ ha deciso di mantenere invariata la sua politica ultra-libera e di avanzare la guida, deludendo coloro che si aspettavano una qualche forma di allentamento, o almeno una lingua più accomodante. Detto questo, la Banca ha aggiunto che presterà maggiore attenzione alla possibilità di perdere lo slancio per raggiungere l'obiettivo di inflazione e che riesamineranno gli sviluppi nella prossima riunione. Pertanto, con l'inflazione che rimane ostinatamente ben al di sotto dell'obiettivo della Banca del 2%, è probabile che presto aumenti la probabilità di un ulteriore allentamento.

In Cina, il PIL per il terzo trimestre uscirà, insieme alla produzione industriale, agli investimenti in immobilizzazioni e alle vendite al dettaglio, tutto per settembre. Si prevede che il PIL abbia rallentato a + 1,5% su base trimestrale da + 1,6%, qualcosa che porterebbe il tasso su base annua a + 6,1% da + 6,2%. Si prevede che la produzione industriale e le vendite al dettaglio siano accelerate rispettivamente al + 5,0% su base annua e al 7,8% su base annua, mentre si prevede che il tasso di investimento delle attività fisse sia sceso a + 5,4% su base annua da + 5,5%.

Nota: il testo e' stato tradotto dall'articolo originale in lingua inglese

Disclaimer:

Il contenuto che produciamo non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento (non deve essere considerato come tale) e non costituisce in alcun modo un invito ad acquisire alcun strumento o prodotto finanziario. Il Gruppo di società di JFD, le sue affiliate, agenti, direttori, funzionari o dipendenti non sono responsabili per eventuali danni che possono essere causati da commenti o dichiarazioni individuali degli analisti di JFD e non si assume alcuna responsabilità in merito alla completezza e correttezza del contenuto presentato . L'investitore è il solo responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento. Di conseguenza, si dovrebbe cercare, se si ritiene appropriato, una consulenza professionale indipendente pertinente sull'investimento considerato. Le analisi e i commenti presentati non includono alcuna considerazione dei vostri obiettivi di investimento personali, circostanze finanziarie o esigenze. Il contenuto non è stato preparato in conformità con i requisiti legali per le analisi finanziarie e deve pertanto essere considerato dal lettore come informazione di marketing. JFD vieta la duplicazione o la pubblicazione senza esplicita approvazione.

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Si prega di leggere l'informativa completa sui rischi.

WEEKLY FINANCIAL NEWSLETTER
RIGHT INTO YOUR MAILBOX!
SUBSCRIBE TO JFD'S STRATEGIC REPORT

ALTRE INFORMAZIONI SUL MERCATO