Loading...
Attenzione Traders!
Pericolo!

Siti web fraudolenti cerano di mostrare di avere connessioni con JFD

Si prega di essere consapevoli dei siti Web fraudolenti che si presentano come affiliati e / o controparti di JFD.

Piu informazioni
by Charalambos Pissouros

Previsioni settimanali: 28 ottobre - 1 novembre: incontri FOMC, BoC e BoJ; NFP statunitensi Anche all'ordine del giorno

Questa è la volta di altre tre banche centrali per decidere sulla politica monetaria questa settimana: la BoC, la FOMC e la BoJ. Si prevede che sia la BoC che la BoJ rimarranno favorevoli, mentre si prevede che il FOMC ridurrà i tassi di 25 pb, nonostante il "dot plot" di settembre suggerisca che non ci sono più tagli sul tavolo. Per quanto riguarda i dati, otteniamo i CPI dell'Australia e dell'Eurozona, la prima stima del PIL Q3 dall'area dell'euro e dagli Stati Uniti, nonché il rapporto sull'occupazione degli Stati Uniti per ottobre.

Lunedì è un giorno relativamente leggero in termini di rilasci e indicatori economici, quindi probabilmente tutti gli occhi rimarranno fissi sul panorama della Brexit. La scorsa settimana, il Primo Ministro britannico Boris Johnson ha chiesto l'elezione anticipata per il 12 dicembre, nel tentativo di rompere l'impasse, e oggi i legislatori britannici sono pronti a votare su quella chiamata. Tuttavia, il leader laburista Jeremy Corbyn ha dichiarato che vorrebbe attendere la decisione dell'Unione europea in merito all'estensione richiesta prima di decidere come votare, aggiungendo che sosterrà le elezioni solo quando il rischio di un'uscita disordinata sarà svanito. Pertanto, dato che la mozione ha bisogno del sostegno di due terzi in Parlamento per prendere corpo, crediamo che probabilmente Johnson subirà un'altra sconfitta. Per quanto riguarda l'UE, hanno convenuto che dovrebbe esserci un'estensione, ma devono ancora decidere la data di uscita.

Martedì, ora asiatica, usciranno i CPI di Tokyo per ottobre. Non è disponibile alcuna previsione per il tasso principale, mentre si prevede che il core sia salito a + 0,7% su base annua da + 0,5%. Nel corso della giornata, l'indice di fiducia dei consumatori del Conference Board statunitense per ottobre dovrebbe salire a 127,4 da 125,1, mentre si prevede che le vendite di case statunitensi in attesa per settembre siano rallentate a + 0,5% m / m da + 1,6%.

Mercoledì abbiamo due decisioni della banca centrale all'ordine del giorno, dalla BoC e dal FOMC. Facendo rotolare la palla con la BoC, la sua ultima decisione è stata quella di mantenere invariati i tassi di interesse all'1,75%, con i funzionari che hanno notato che il conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina ha pesato più fortemente sulla dinamica economica globale di quanto la Banca avesse precedentemente previsto. Ciononostante, hanno mantenuto una posizione neutrale rispetto ai tassi di interesse, ribadendo che l'attuale grado di stimolo della politica monetaria rimane adeguato.

Bank of Canada interest rates

Da allora, i dati sull'occupazione di agosto e settembre sono stati migliori del previsto, con il tasso di disoccupazione che è sceso al 5,5% il mese scorso, dal 5,7%. Sia il titolo che i CPI core sono scesi di poco al di sotto del 2% ad agosto, e sono rimasti lì a settembre, ma l'IPC ridotto si è mantenuto stabile al 2,1% su base annua. Inoltre, secondo il sondaggio trimestrale sulle prospettive economiche della BoC, la Banca ha visto un leggero miglioramento del clima imprenditoriale. Quindi, dal nostro punto di vista, tutto ciò può consentire ai responsabili politici di rimanere in disparte, nonostante le altre principali banche centrali prendano la via di allentamento.

Passando dal Canada agli Stati Uniti, nella sua ultima riunione politica, il FOMC ha deciso di tagliare i tassi di 25 pb, con il "dot plot" aggiornato che punta a non più tagli quest'anno e al prossimo. Detto questo, nonostante il punto mediano del 2019 suggerisca che non ci sono più riduzioni dei tassi sul tavolo, il Comitato è stato ampiamente diviso, con solo 5 membri che sostengono tale punto di vista. Sette ritenevano ancora che un'altra riduzione di un quarto di punto potesse essere appropriata entro la fine dell'anno, mentre i restanti 5 sostenevano che l'ultimo taglio non era necessario.

Fed funds futures market vs FOMC interest rate expectations

Dopo quell'incontro, l'ISM ha rivelato che l'attività manifatturiera negli Stati Uniti è scesa al minimo di 10 anni a settembre, poiché il prolungato conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina ha pesato sulle esportazioni statunitensi, aumentando i timori di un ulteriore rallentamento economico durante il terzo trimestre . Ciò, combinato con i commenti del presidente Powell, secondo cui il Comitato "agirà nel modo appropriato" e che la politica non è mai su una rotta prestabilita, ha permesso agli investitori di rimanere ben convinti che i funzionari offriranno un altro taglio di un quarto di punto alla riunione di questa settimana. Secondo i futures sui fondi della Fed, esiste una probabilità del 93% che ciò accada, mentre un altro è pienamente preso in considerazione per giugno del prossimo anno. Quindi, tenendo a mente tutto ciò, è improbabile che un taglio di 25 bps da solo dimostri un fattore di mercato. In tal caso, gli investitori rivolgeranno rapidamente attenzione ai suggerimenti sul fatto che i politici siano disposti ad agire di nuovo se necessario.

Per quanto riguarda i dati di mercoledì, durante la mattinata asiatica, otteniamo i CPI australiani per il terzo trimestre. Si prevede che il tasso principale abbia raggiunto un + 1,7% a / a da + 1,6%, ma si prevede che il tasso medio ridotto rimarrà invariato a + 1,6% a / a. Nell'ultima riunione politica, l'RBA ha ridotto i tassi di interesse di 25 pb e ha ribadito che continuerà a monitorare gli sviluppi, anche nel mercato del lavoro, e ad agevolare ulteriormente la politica, se necessario. Il rapporto sull'occupazione di settembre ha mostrato che il tasso di disoccupazione è sceso al 5,2% dal 5,3%, il che è certamente una mossa nella direzione desiderata, ma ancora distante dal segno del 4,5% che la RBA ritiene di poter iniziare a generare pressioni inflazionistiche. Ciò ha consentito agli operatori del mercato di mantenere le scommesse per quanto riguarda un ulteriore allentamento del tavolo, valutando integralmente la riduzione del prossimo trimestre di maggio del prossimo anno. Con l'inflazione che rimane al di sotto dell'estremità inferiore dell'intervallo target della Banca del 2-3%, potrebbero essere tentati di portare leggermente in avanti tale tempistica.

Australia CPIs inflation

In Europa, otteniamo i CPI preliminari della Germania per ottobre. Si prevede che entrambe le aliquote CPI e IPCA siano scese a + 1,0% a / a e + 0,8% a / a, rispettivamente da + 1,2% e + 0,9%. Ciò potrebbe sollevare ipotesi sul fatto che i numeri dell'inflazione nell'area dell'euro, in uscita giovedì, possano muoversi in modo simile.

Dagli Stati Uniti, abbiamo il rapporto sull'occupazione ADP per ottobre e la prima stima del PIL per il terzo trimestre. Il rapporto ADP dovrebbe mostrare che il settore privato ha guadagnato 120 mila posti di lavoro in ottobre, un po 'meno dei 135 mila di settembre. Ciò potrebbe innescare le scommesse sul fatto che il numero NFP, che esce venerdì, potrebbe anche scendere al di sotto della sua stampa di settembre. Detto questo, ripetiamo per l'ennesima volta che il rapporto ADP è lungi dall'essere un predittore affidabile degli NFP. Tenendo conto dei dati di gennaio 2011, la correlazione tra le due serie temporali al momento del rilascio (non vengono prese in considerazione revisioni) è pari a 0,45.

Per quanto riguarda la prima stima del PIL, si prevede che la crescita economica sia rallentata a + 1,7% su base trimestrale SAAR nel terzo trimestre da + 2,0% nel secondo trimestre. Nonostante il rallentamento, ciò manterrebbe la media per il 2019 leggermente al di sopra delle proiezioni del FOMC e, quindi, è improbabile che modifichi molte aspettative in merito alle azioni della Fed dopo il taglio che dovrebbe essere consegnato più tardi nel corso della giornata. Gli investitori potrebbero preferire attendere i segnali di incontro prima di modificare le proprie scommesse.

Giovedì, la torcia della banca centrale sarà passata alla BoJ. L'ultima volta, i politici giapponesi si sono astenuti dall'agire, mantenendo la guida anticipata secondo cui gli attuali livelli estremamente bassi dei tassi di interesse rimarranno invariati "almeno fino alla primavera del 2020". Hanno inoltre ribadito che non esiteranno ad adottare ulteriori misure di allentamento in caso di perdita di slancio verso il raggiungimento dell'obiettivo di inflazione.

Japan CPIs inflation

L'inflazione in Giappone ha continuato a rallentare, con sia il titolo principale che i principali tassi di IPC nazionale in calo a + 0,2% a / a e 0,5% a / a, rispettivamente da + 0,3% e 0,6%. Anche la metrica principale della Banca è scesa a + 0,3% su base annua da + 0,4%. Ciò aumenta le possibilità di maggiore stimolo da parte della BoJ, ma un recente rapporto afferma che i funzionari stanno pensando di astenersi dall'adottare nuove misure di allentamento questa settimana. Tuttavia, lo stesso rapporto ha osservato che potrebbero introdurre un nuovo modo per dimostrare la loro disponibilità a farlo. Pertanto, gli investitori potrebbero essere alla ricerca di come forniranno tali segnali e se ulteriori azioni potrebbero essere in corso nei prossimi mesi. Per quanto riguarda il nostro punto di vista, con poco spazio per facilitare ulteriormente, la Banca potrebbe decidere di aspettare ancora un po 'e forse fare affidamento sui suoi segnali accomodanti per fare il lavoro per ora.

Per quanto riguarda i dati, durante la mattinata asiatica, stanno emergendo le PMI manifatturiere e non manifatturiere cinesi per ottobre. Si prevede che l'indice manifatturiero sia rimasto invariato a 49,8, mentre non sono disponibili previsioni per quello non manifatturiero.

Nel corso della giornata, abbiamo i CPI preliminari dell'Eurozona per ottobre e la stima iniziale del PIL Q3. Si prevede che i tassi sia del CPI principale sia del core siano rimasti invariati a + 0,8% a / a e + 1,0% a / a, mentre si prevede che il tasso di PIL su base trimestrale sia sceso a + 0,1% da + 0,2%. Ciò porterebbe il tasso yoy giù a + 1,1% da + 1,2%. In cima alle deludenti PMI preliminari di ottobre, i tassi di inflazione sono ancora ben al di sotto dell'obiettivo della BCE di "sotto, ma vicino al 2%" e un'economia che flirta con la stagnazione probabilmente incoraggerà gli operatori di mercato ad aumentare le loro scommesse in merito a ulteriori stimolo da parte della BCE. Tuttavia, dato che avremo un nuovo capo dal prossimo incontro, e questo sarebbe Christine Lagarde, la politica monetaria potrebbe rimanere in sospeso per un po ', poiché preferirebbe valutare la situazione meglio se stessa prima che lei ei suoi colleghi inizino a esaminare se (o no) sono necessarie ulteriori misure.

Negli Stati Uniti, le entrate e le spese personali per settembre dovrebbero essere rilasciate, così come l'indice PCE core per il mese. Si prevede che il reddito sia rallentato a + 0,3% mamme da + 0,4%, mentre si prevede che la spesa si sia leggermente accelerata, a + 0,2% da + 0,1%. Per quanto riguarda l'indice PCE core, si prevede che il tasso su base annua sia passato da + 1,8% a + 1,7%. Dal Canada, otteniamo il PIL mensile per agosto, che dovrebbe rimanere stabile a + 0,2% m / m.

Infine, venerdì, i principali eventi all'ordine del giorno saranno probabilmente il rapporto sull'occupazione degli Stati Uniti per ottobre e il PMI manifatturiero ISM per il mese. Per quanto riguarda i dati sull'occupazione, si prevede che il tasso di disoccupazione abbia raggiunto il 3,6%, mentre si prevede che i salari delle aziende non agricole siano rallentati a 90 mila da 136 mila di settembre. Si prevede che i guadagni orari medi siano rallentati a + 0,3% mamme da + 0,4%, che escludendo eventuali revisioni alle precedenti stampe mensili, porterebbe il tasso su base annua a + 3,0% da + 2,9%. Si prevede che l'indice manifatturiero ISM sia leggermente aumentato, ma che sia rimasto al di sotto della zona del boom-o-bust 50. In particolare, si prevede che sia aumentato a 48,8 da 47,8. Un rallentamento della crescita dell'occupazione e un'altra contrazione dell'attività manifatturiera potrebbero aumentare le possibilità di ulteriori tagli da parte della Fed, oltre a quello previsto per mercoledì.

Altrove, otteniamo i CPI della Svizzera e il PMI manifatturiero del Regno Unito, entrambi per ottobre. L'IPC svizzero dovrebbe essere leggermente accelerato, a + 0,3% su base annua da + 0,1%, mentre si prevede che il PMI manifatturiero del Regno Unito sia passato a 48,1 da 48,3.

Nota: il testo e' stato tradotto dall'articolo originale in lingua inglese

Disclaimer:

Il contenuto che produciamo non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento (non deve essere considerato come tale) e non costituisce in alcun modo un invito ad acquisire alcun strumento o prodotto finanziario. Il Gruppo di società di JFD, le sue affiliate, agenti, direttori, funzionari o dipendenti non sono responsabili per eventuali danni che possono essere causati da commenti o dichiarazioni individuali degli analisti di JFD e non si assume alcuna responsabilità in merito alla completezza e correttezza del contenuto presentato . L'investitore è il solo responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento. Di conseguenza, si dovrebbe cercare, se si ritiene appropriato, una consulenza professionale indipendente pertinente sull'investimento considerato. Le analisi e i commenti presentati non includono alcuna considerazione dei vostri obiettivi di investimento personali, circostanze finanziarie o esigenze. Il contenuto non è stato preparato in conformità con i requisiti legali per le analisi finanziarie e deve pertanto essere considerato dal lettore come informazione di marketing. JFD vieta la duplicazione o la pubblicazione senza esplicita approvazione.

 

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Si prega di leggere l'informativa completa sui rischi.

 

WEEKLY FINANCIAL NEWSLETTER
RIGHT INTO YOUR MAILBOX!
SUBSCRIBE TO JFD'S STRATEGIC REPORT

ALTRE INFORMAZIONI SUL MERCATO