Loading...
Attenzione Traders!
Pericolo!

Siti web fraudolenti cerano di mostrare di avere connessioni con JFD

Si prega di essere consapevoli dei siti Web fraudolenti che si presentano come affiliati e / o controparti di JFD.

Piu informazioni
by Charalambos Pissouros

Previsioni settimanali: 21 ottobre - 25 ottobre: riunioni della BCE, della Norges Bank e della Riksbank;

Dopo un fine settimana molto movimentato per via della Brexit, questa settimana inizia con le elezioni in Canada. Il partito liberale del Primo Ministro Trudeau dovrebbe vincere, ma con una minoranza. In termini di banche centrali, la Norges Bank, la Riskbank e la BCE decideranno le loro politiche giovedì. Ci si aspetta che siano tutti d'accordo, ma sarebbe interessante vedere che tipo di informazioni avremo riguardo ai loro piani futuri. Prima dell'ultimo incontro di Draghi come capo della BCE, avremo le PMI preliminari dell'area dell'euro per ottobre.

Durante il fine settimana, il Parlamento britannico ha deciso di ritardare il voto sul nuovo accordo sulla Brexit, cosa che ha costretto il PM Johnson a chiedere all'UE una nuova proroga. Il Primo Ministro del Regno Unito ha inviato la richiesta, ma senza firma e, contestualmente.  accompagnata da un'altra lettera - questa firmata - sostenendo qualsiasi ritardo. Ora, la palla è  passata nel campo dell'UE e i partecipanti al mercato saranno seduti,mani in mano, in previsione di quale sarà la risposta.

Lunedì il calendario sembra essere vuoto, senza grandi rilasci economici in programma. Detto questo, abbiamo le elezioni in Canada. Il partito liberale del Primo Ministro Trudeau dovrebbe tornare in carica, secondo i sondaggi, ma solo con una minoranza. In tal caso, potrebbe essere difficile far passare le leggi, poiché per raggiungere questo obiettivo dovrebbe lavorare con i partiti dell'opposizione.

Martedì e' un giorno di festa in Giappone e quindi i mercati saranno chiusi. Altrove, otteniamo le vendite al dettaglio del Canada per agosto e le vendite di case esistenti negli Stati Uniti per settembre. Per quanto riguarda le vendite al dettaglio in Canada, si prevede che il tasso principale rimarrà invariato al + 0,4%, mentre si prevede che il core sarà rimbalzato a + 0,1% mma da -0,1%. Si prevede che le vendite di case esistenti negli Stati Uniti a settembre siano diminuite dello 0,7% mam dopo un aumento dell'1,3% ad agosto.

Mercoledì, l'unica pubblicazione degna di nota arriva durante la mattinata asiatica ed è la bilancia commerciale della Nuova Zelanda, che dovrebbe mostrare un deficit restrittivo.

Giovedì diventa un giorno particolarmente affollato, con tre banche centrali in programma per decidere sui loro tassi di interesse: la Norges Bank, la Riksbank e la BCE. Iniziando con la Norges Bank, nella sua ultima riunione, la Banca ha deciso di aumentare i tassi di 25 pb e ha notato che molto probabilmente rimarranno a questo livello nel prossimo periodo. Da allora, i dati dell'IPC di settembre hanno mostrato che il tasso principale è sceso a + 1,5% su base annua da + 1,6%, mentre quello core è salito al 2,2% dal 2,1%. Entrambi i tassi erano leggermente al di sopra delle rispettive proiezioni nell'ultimo Rapporto sulla politica monetaria della Banca e, pertanto, non prevediamo che questo incontro provocherà fuochi d'artificio. Ci aspettiamo solo che i funzionari ribadiscano che i tassi di interesse rimarranno stabili per un po '.

Norway CPIs inflation

Passando la palla alla Riksbank, quando si è incontrata l'ultima volta, la banca centrale più antica del mondo ha deciso di mantenere invariati i tassi di interesse e ha sostenuto che saranno aumentati ulteriormente verso la fine dell'anno o l'inizio di quello successivo. Gli ultimi dati sull'inflazione della Svezia hanno mostrato che il tasso CPI è salito a + 1,5% su base annua da + 1,4% ad agosto, invece di scendere a + 1,3% come suggerito dalla previsione, mentre quello CPIF si è mantenuto stabile a + 1,3% su base annua. La previsione prevedeva che il tasso CPIF scendesse al + 1,2%. Anche il tasso CPIF core, che esclude gli elementi volatili di energia, è rimasto stabile, a + 1,6% su base annua. La corona svedese si è radunata quando questo set di dati è stato pubblicato, suggerendo che gli operatori di mercato potrebbero aver rianimato le scommesse secondo cui i funzionari possono ancora premere il pulsante di aumento prima del turno dell'anno. Pertanto, sarebbe interessante vedere se questo sarà il caso e, in tal caso, se forniranno un calendario più specifico.

Sweden CPIs inflation

Ultimo ma non meno importante, abbiamo la BCE. A settembre, la Banca ha deciso di ridurre il tasso di deposito di 10 pb, a -0,50%, e ha annunciato un riavvio del suo programma di QE dal 1 ° novembre, a un ritmo mensile di 20 miliardi di euro, con il nuovo ciclo di acquisti a tempo indeterminato . Anche l'orientamento in avanti è stato cambiato in uno aperto. Sebbene in precedenza il Consiglio direttivo avesse notato che i tassi di interesse sarebbero probabilmente rimasti “ai livelli attuali o inferiori almeno durante la prima metà del 2020”, questa volta hanno notato che si aspettano che i tassi rimangano ai livelli attuali o inferiori fino a quando non vedranno inflazione che converge fortemente verso il loro obiettivo.

ECB interest rates

Da allora, le PMI di settembre hanno deluso, mentre sia i tassi principali sia i tassi CPI core del mese sono rimasti ben al di sotto dell'obiettivo della Banca di "sotto, ma vicino al 2%". Pertanto, gli investitori potrebbero essere alla ricerca di indizi sul fatto che la BCE rimanga pronta ad agire di nuovo, se necessario. Alla conferenza stampa a seguito dell'ultima decisione, il presidente Draghi ha affermato chiaramente che il Consiglio direttivo "continua a essere pronto ad adeguare tutti i suoi strumenti in modo adeguato per garantire che l'inflazione si muova verso il suo obiettivo in modo sostenuto", e ci aspettiamo che ribadisca quella visione. Tuttavia, dato che questo sarà il suo ultimo incontro come capo della BCE, non crediamo che fornirà alcun suggerimento specifico in merito a ulteriori misure di allentamento, poiché vorrebbe evitare di limitare le opzioni e le scelte della sua successore, Christine Lagarde .

Mentre provano a capire quali saranno i passi della BCE nell'era post-Draghi, gli investitori potrebbero anche prestare particolare attenzione alle PMI preliminari dell'area dell'euro per ottobre, che emergono prima della decisione della BCE. Si prevede che gli indici sia manifatturieri sia dei servizi siano leggermente aumentati, il che porterebbe l'indice composito a 50,4 da 50,1.

Eurozone PMIs

Riceviamo PMI Markit preliminari per ottobre anche dagli Stati Uniti. Si prevede che l'indice manifatturiero sia sceso a 50,7 da 51,1, mentre si prevede che i servizi previsti siano rimasti invariati a 50,9. Stranamente, si prevede che l'indice composito sia salito a 51,6 da 51,0. Ordini di beni durevoli e vendite di nuove case, entrambi per settembre stanno uscendo. Si prevede che sia il titolo sia i tassi sui beni durevoli saranno scesi a -0,7% mamme e -0,1% mamme, rispettivamente da + 0,2% e + 0,5%, mentre si prevede che le vendite di nuove case siano scese dello 0,5% mam dopo l'aumento del 7,1% in agosto.

Infine, venerdì, durante la mattinata europea, riceviamo il sondaggio tedesco Ifo per ottobre. Si prevede che l'attuale indice di valutazione sia aumentato a 97,9 da 98,5, mentre si prevede che le aspettative si siano mantenute costanti a 90,8. Detto questo, tenendo presente che sia le condizioni attuali che gli indici del sentimento economico per il mese sono diminuiti, vediamo i rischi che circondano le previsioni Ifo inclinati al ribasso.

Nota: il testo e' stato tradotto dall'articolo originale in lingua inglese

Disclaimer:

Il contenuto che produciamo non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento (non deve essere considerato come tale) e non costituisce in alcun modo un invito ad acquisire alcun strumento o prodotto finanziario. Il Gruppo di società di JFD, le sue affiliate, agenti, direttori, funzionari o dipendenti non sono responsabili per eventuali danni che possono essere causati da commenti o dichiarazioni individuali degli analisti di JFD e non si assume alcuna responsabilità in merito alla completezza e correttezza del contenuto presentato . L'investitore è il solo responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento. Di conseguenza, si dovrebbe cercare, se si ritiene appropriato, una consulenza professionale indipendente pertinente sull'investimento considerato. Le analisi e i commenti presentati non includono alcuna considerazione dei vostri obiettivi di investimento personali, circostanze finanziarie o esigenze. Il contenuto non è stato preparato in conformità con i requisiti legali per le analisi finanziarie e deve pertanto essere considerato dal lettore come informazione di marketing. JFD vieta la duplicazione o la pubblicazione senza esplicita approvazione.Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Si prega di leggere l'informativa completa sui rischi.

 

WEEKLY FINANCIAL NEWSLETTER
RIGHT INTO YOUR MAILBOX!
SUBSCRIBE TO JFD'S STRATEGIC REPORT

ALTRE INFORMAZIONI SUL MERCATO