Loading...
Attenzione Traders!
Pericolo!

Siti web fraudolenti cerano di mostrare di avere connessioni con JFD

Si prega di essere consapevoli dei siti Web fraudolenti che si presentano come affiliati e / o controparti di JFD.

Piu informazioni
by Charalambos Pissouros

Previsioni settimanali: dic 02 - dic 06: decisioni sulle tariffe RBA e BoC, NFP e riunione OPEC

Questa settimana abbiamo due banche centrali che decidono in merito alla politica monetaria: la RBA e la BoC. Ci si aspetta che entrambi rispettino le aspettative e, pertanto, è probabile che l'attenzione del mercato cada sulle dichiarazioni di accompagnamento per i segnali relativi al loro futuro corso di azione. Giovedì, l'OPEC e i principali produttori di petrolio non OPEC si riuniscono per decidere sulla produzione di petrolio, mentre venerdì riceviamo dati sull'occupazione da Stati Uniti e Canada.

Lunedì è un giorno relativamente leggero, con le uniche pubblicazioni degne di nota che sono le PMI manifatturiere Markit finali dell'Eurozona, del Regno Unito e degli Stati Uniti, nonché l'indice manifatturiero ISM, tutto per novembre. Come sempre, le stampe finali di Markit dovrebbero confermare le loro stime preliminari, mentre si prevede che l'indice ISM sia aumentato, ma che sia rimasto all'interno del territorio contrazionale. In particolare, si prevede che sia aumentato a 49.2 da 48.3.

Martedì, durante la mattinata asiatica, abbiamo una riunione di politica monetaria RBA. Alla sua riunione precedente, la Banca ha deciso di sostenere la politica come era ampiamente previsto, e ha ribadito che continuerà a monitorare gli sviluppi, anche nel mercato del lavoro, e che sono disposti a facilitare ulteriormente la politica monetaria, se necessario. Tuttavia, i funzionari hanno aggiunto una parte in cui si afferma che l'allentamento della politica monetaria da giugno sta sostenendo la crescita dell'occupazione e del reddito, nonché un ritorno dell'inflazione nell'intervallo obiettivo a medio termine. A nostro avviso, questo è stato un segnale del fatto che per il momento sono stati fatti dei tassi di taglio, a meno che non accada qualcosa di inaspettato.

Da allora, i dati hanno mostrato che il tasso di disoccupazione di ottobre è salito al 5,3% dal 5,2%, mentre la variazione netta dell'occupazione ha rivelato che l'economia ha perso 19,0k posti di lavoro. Inoltre, il verbale di quell'incontro ha dipinto un quadro più accomodante rispetto alla dichiarazione, rivelando che il Consiglio ha concordato che "potrebbe essere presentato un caso" per facilitare la politica monetaria in questa riunione. Ciò ha mantenuto i trader non convinti che la Banca rimarrà a lungo allineata, e questo è evidente dalla futura del tasso di cassa interbancario ASX a 30 giorni implicita curva dei rendimenti, secondo la quale un altro taglio di un quarto di punto ha un prezzo quasi pieno per aprile del prossimo anno . Pertanto, tenendo presente tutto ciò, analizzeremo la dichiarazione di questa riunione per vedere se i responsabili politici continuano a ritenere che l'attuale politica sia appropriata o se ora sono più disposti ad agire nei prossimi mesi.

Più avanti nel corso della giornata, otteniamo i CPI della Svizzera e il PMI delle costruzioni nel Regno Unito per novembre. Il tasso CPI su base annua della Svizzera dovrebbe essere aumentato, ma essere rimasto in territorio negativo. In particolare, dovrebbe passare da -0,3% a -0,1% anno su anno. Si prevede che anche il PMI delle costruzioni nel Regno Unito sia leggermente aumentato, passando a 44,5 da 44,2.

Mercoledì la torcia della banca centrale sarà passata al BoC. L'ultima volta che si sono incontrati, i politici canadesi hanno deciso di mantenere il loro tasso overnight a + 1,75%, ma la dichiarazione che accompagna la decisione ha avuto un sapore più accomodante rispetto a prima, suggerendo che i funzionari hanno iniziato a flirtare con l'idea di allentare. In effetti, alla conferenza a seguito della decisione, il Governatore della BoC Poloz ha dichiarato di aver valutato se i rischi al ribasso fossero abbastanza significativi per un taglio assicurativo, ma hanno deciso che non ne valevano la pena. Ha aggiunto che la situazione richiederà un monitoraggio. Tuttavia, un paio di settimane fa, il Governatore ha affermato che le condizioni monetarie sono "giuste", spingendo gli investitori a respingere le loro scommesse in merito a un taglio dei tassi da parte della BoC. Secondo l'OIS (Overnight Index Swap) del Canada, c'è solo circa il 5% di possibilità di un taglio in questa riunione. Detto questo, la percentuale di gennaio è notevolmente più alta, intorno al 30%. Pertanto, gli investitori cercheranno suggerimenti sul fatto che altri responsabili politici condividano l'opinione di Poloz o se abbiano ancora l'idea di allentarsi sulla parte posteriore della testa.

Per quanto riguarda i dati di mercoledì, durante la mattinata asiatica, uscirà il PIL australiano per il terzo trimestre, così come il PMI cinese dei servizi Caixin per novembre. Si prevede che il tasso di Qoq del PIL australiano si sia mantenuto stabile a + 0,5%, qualcosa che spingerebbe il tasso su base annua da + 1,4% a + 1,7%, mentre si prevede che l'indice Caixin cinese salirà a 52,7 da 51,1.

Riceviamo più PMI dall'Eurozona, dal Regno Unito e dagli Stati Uniti. In particolare, otteniamo i servizi Markit finali e le PMI composite per novembre, che come di solito accade, si prevede che confermeranno le loro stime iniziali. Dagli Stati Uniti, otteniamo anche l'indice non manifatturiero ISM, che dovrebbe essere scivolato a 54,5 da 54,7. Anche il rapporto sull'occupazione ADP per il mese dovrebbe essere rilasciato, con le previsioni che suggeriscono che il settore privato ha guadagnato 140k posti di lavoro, leggermente più dei 125k di ottobre.

Giovedì, l'OPEC e i principali membri non OPEC, noti come il gruppo OPEC +, si riuniscono per decidere sulla produzione di petrolio. L'incontro durerà fino a venerdì. Il gruppo ha concordato di ridurre l'offerta di 1,2 milioni di barili al giorno fino a marzo, e quindi gli investitori saranno alla ricerca di eventuali modifiche all'accordo. Negli ultimi mesi, l'Arabia Saudita non si è solo fermata con la sua quota di tagli, ma ha anche prodotto meno, per compensare gli altri membri che hanno ripetutamente superato i rispettivi limiti di produzione. Secondo le chiacchiere del mercato, invece di spingere per tagli più profondi al fine di bilanciare il mercato, è probabile che il Regno aumenti la pressione per i membri non conformi affinché si allineino con la loro quota di riduzioni. La Russia non è disposta a sostenere ulteriori tagli alla produzione, ma sosterrebbe l'estensione dell'accordo esistente. Pertanto, sarebbe interessante vedere se un'estensione sarà decisa in questa riunione o se i membri preferiranno aspettare fino al prossimo anno, incontrarsi prima di marzo per valutare le prospettive del mercato e decidere poi. I rapporti dei media suggeriscono che è più probabile che un'estensione sia decisa ora e che la durata più probabile sia fino a giugno. Pertanto, qualsiasi cosa oltre giugno potrebbe essere una piacevole sorpresa per i commercianti di petrolio, mentre qualcosa di meno (ovvero rinviare la decisione) può essere una delusione.

Per quanto riguarda gli indicatori economici di giovedì, le vendite al dettaglio in Australia dovrebbero essere leggermente accelerate a ottobre, a + 0,3% m / m da + 0,2%, mentre lo stesso indicatore dell'Eurozona mostra che le vendite sono aumentate + 0,1% m / m, lo stesso ritmo come a settembre. Si prevede che il PIL finale dell'Eurozona per il terzo trimestre confermerà che l'economia dell'area dell'euro è cresciuta del + 0,2% su base trimestrale, come nel secondo trimestre.

Nel corso della giornata, i dati commerciali statunitensi e canadesi per ottobre verranno pubblicati. Si prevede che il disavanzo USA si sia leggermente ridotto, a $ 49,00 miliardi da $ 52,50 miliardi, mentre si prevede che il deficit canadese si sia allargato a 1,34 miliardi di CAD da 0,98 miliardi di CAD.

Infine, venerdì, abbiamo il rapporto sull'occupazione degli Stati Uniti per novembre. I salari non agricoli dovrebbero aumentare di 180 mila, più dei 128 mila di ottobre. Si prevede che il tasso di disoccupazione sia rimasto invariato al 3,6%, mentre si prevede che i guadagni orari medi siano leggermente accelerati, a + 0,3% mamme da + 0,2%. Escludendo eventuali revisioni alle precedenti stampe mensili, ciò manterrebbe invariato il tasso su base annua al + 3,0%.

Nell'ultima riunione del FOMC, il Comitato ha deciso di ridurre i tassi di interesse di 25 pb come ampiamente previsto, ma ha segnalato che sta pianificando di rimanere allineato, a meno che le cose non cadano fuori orbita. Tuttavia, i partecipanti al mercato non sono rimasti convinti del fatto che i politici abbiano tagliato i tassi e, secondo i futures sui fondi della Fed, vedranno un altro calo di 25 pb a settembre del prossimo anno. È improbabile che un buon rapporto sull'occupazione svanisca le aspettative in merito a ulteriori tagli da parte della Fed, ma potrebbe incoraggiare i partecipanti a respingere i tempi sopra indicati.

Riceviamo dati sull'occupazione anche dal Canada. Si prevede che il tasso di disoccupazione sia rimasto invariato al 5,5%, mentre si prevede che il cambiamento di occupazione dimostri che l'economia ha guadagnato 10,0k posti di lavoro dopo aver perso 1,8k in ottobre. Si tratterebbe di una relazione un po 'neutrale e dubitiamo che possa influire su molte aspettative in merito al futuro corso della BoC. Dopotutto, tali scommesse saranno ben adattate mercoledì dopo la decisione della BoC.

Nota: il testo e' stato tradotto dall'articolo originale in lingua inglese

Disclaimer:

Il contenuto che produciamo non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento (non deve essere considerato come tale) e non costituisce in alcun modo un invito ad acquisire alcun strumento o prodotto finanziario. Il Gruppo di società di JFD, le sue affiliate, agenti, direttori, funzionari o dipendenti non sono responsabili per eventuali danni che possono essere causati da commenti o dichiarazioni individuali degli analisti di JFD e non si assume alcuna responsabilità in merito alla completezza e correttezza del contenuto presentato . L'investitore è il solo responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento. Di conseguenza, si dovrebbe cercare, se si ritiene appropriato, una consulenza professionale indipendente pertinente sull'investimento considerato. Le analisi e i commenti presentati non includono alcuna considerazione dei vostri obiettivi di investimento personali, circostanze finanziarie o esigenze. Il contenuto non è stato preparato in conformità con i requisiti legali per le analisi finanziarie e deve pertanto essere considerato dal lettore come informazione di marketing. JFD vieta la duplicazione o la pubblicazione senza esplicita approvazione.

 

Il 78% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Si prega di leggere l'informativa completa sui rischi.

WEEKLY FINANCIAL NEWSLETTER
RIGHT INTO YOUR MAILBOX!
SUBSCRIBE TO JFD'S STRATEGIC REPORT

ALTRE INFORMAZIONI SUL MERCATO