Loading...
Attenzione Traders!
Pericolo!

Siti web fraudolenti cerano di mostrare di avere connessioni con JFD

Si prega di essere consapevoli dei siti Web fraudolenti che si presentano come affiliati e / o controparti di JFD.

Piu informazioni
by Charalambos Pissouros

Prospettive settimanali: 06 aprile - 10 aprile: RBA incontra, richieste di sussidio di disoccupazione negli Stati Uniti di nuovo sotto il radar

Per un'altra settimana, è probabile che i partecipanti al mercato mantengano la maggior parte della loro attenzione bloccata su numeri e titoli che circondano la diffusione del coronavirus in tutto il mondo. Per quanto riguarda le banche centrali, abbiamo una sola decisione sui tassi di interesse questa settimana, e questa è la RBA. Per quanto riguarda i dati, per un'altra settimana, la versione più importante potrebbe essere la richiesta iniziale di disoccupazione per la settimana terminata il 3 aprile..

Lunedì sembra essere un giorno relativamente leggero in termini di dati economici e rilasci. I mercati cinesi sono chiusi a causa del Ching Ming Festival, mentre l'unica pubblicazione degna di nota è la PMI delle costruzioni nel Regno Unito per marzo. La previsione suggerisce uno scivolamento in territorio contrazionale, a 44,0 da 52,6, che a causa degli effetti dell'epidemia di coronavirus sull'economia globale ci appare più del normale. Dopotutto, sia gli indici manifatturieri che i servizi del mese sono scivolati in territorio contrazionario, con quest'ultimo che ha registrato il suo declino più rapido dall'inizio della rilevazione.

Parlando del virus, per un'altra settimana è probabile che gli investitori prestino maggiore attenzione ai numeri e ai titoli riguardanti quel fronte. Durante il fine settimana, il numero di nuovi casi infetti e decessi è rallentato e resta da vedere se il rallentamento continuerà nei prossimi giorni. Il rallentamento ha permesso ad alcuni mercati asiatici di commerciare nel verde questa mattina, suggerendo che se continuiamo a ottenere sempre meno casi giorno per giorno, i mercati azionari potrebbero preparare il terreno per una buona ripresa. Detto questo, un altro giro di numeri record potrebbe essere sufficiente per capovolgere di nuovo le cose. Ciò significherebbe che il peggio non è ancora alle spalle e che le ferite economiche potrebbero ancora approfondirsi e trascinarsi più a lungo di quanto precedentemente previsto.

Coronavirus new cases and deaths on a day by day basis

Martedì abbiamo una banca centrale che decide i tassi di interesse e questa è la RBA. In una riunione fuori programma il 18 marzo, la Banca ha tagliato i tassi di interesse a un nuovo minimo storico dello 0,25% e ha annunciato che avvierà gli acquisti di QE per la prima volta nella sua storia. Detto questo, i verbali di questa riunione ad hoc hanno dimostrato che sebbene tutti i membri abbiano appoggiato il cambiamento di politica proposto, hanno anche convenuto che il tasso di cassa ha raggiunto il suo limite inferiore effettivo, il che suggerisce che un taglio a zero potrebbe essere fuori dal tavolo, almeno per adesso. Pertanto, anche se i futures sul tasso di interesse interbancario a 30 giorni ASX implicano una curva dei rendimenti suggerisce una probabilità del 42% per un altro taglio dei tassi, non pensiamo che i politici australiani toccheranno i tassi di interesse in questa riunione. Potrebbero semplicemente espandere i loro acquisti di QE o potrebbero preferire aspettare ancora un po 'prima di apportare nuove modifiche alla politica. Dopotutto, sono passate solo tre settimane dalla loro ultima azione.

ASX 30-day interbank cash rate futures yield curve

Per quanto riguarda i dati di martedì, durante la mattinata asiatica, abbiamo la spesa familiare del Giappone e la bilancia commerciale dell'Australia per febbraio. Si prevede che la spesa delle famiglie giapponesi sarà scesa dello 0,2% mamme dopo essere crollata dell'1,6% a gennaio, mentre al momento non sono disponibili previsioni per la bilancia commerciale australiana.

Nel corso della giornata, avremo le offerte di lavoro degli US JOLTs per febbraio, che dovrebbero essere leggermente diminuite, a 6,476 milioni da 6,963 milioni. A seguito del vertiginoso aumento delle richieste iniziali di disoccupazione per la settimana terminata il 27 marzo con un nuovo record di 6,65 milioni, gli investitori potrebbero considerare le offerte di lavoro di febbraio obsolete e attendere il numero di marzo, poiché durante il mese di marzo i danni da virus erano stati molto più gravi. Dal Canada otteniamo il PMI Ivey per marzo, ma non ci sono previsioni al momento della stesura.

Mercoledì, sebbene il mercato azionario norvegese sarà chiuso, otteniamo i CPI della nazione per marzo. Si prevede che sia l'IPC principale che quello principale si siano mantenuti costanti al + 0,9% su base annua e al + 2,1%, il che è improbabile che modifichi la visione dei politici norvegesi in merito alla politica monetaria. Il 19 marzo, in occasione di una riunione straordinaria, la Norges Bank ha deciso di ridurre il tasso ufficiale allo 0,25% e ha osservato che il Comitato non esclude ulteriori riduzioni. L'economia norvegese dipende in gran parte dalle esportazioni di petrolio e se i blocchi e le misure restrittive in tutto il mondo continuano a danneggiare la domanda di oro nero, i funzionari potrebbero non esitare a portare i tassi di interesse a zero nella prossima riunione ordinaria, prevista per il 6 e 7 maggio. Dopotutto, gli effetti dei bassi prezzi del petrolio sono chiaramente visibili sui prezzi al consumo. Sebbene il tasso core superi di molto l'obiettivo di inflazione della Norges Bank, quello principale, che include i prezzi delle voci energetiche, è molto più basso.

Norway CPIs inflation

Più tardi, il FOMC pubblica i verbali della seconda riunione straordinaria, tenutasi il 15 marzo, quando i funzionari hanno deciso di ridurre la gamma di obiettivi dei fondi federali di 100 pb, allo 0-0,25%. Detto questo, prevediamo che i minuti passino inosservati, poiché gli investitori potrebbero considerarli obsoleti. Da allora, la Fed ha già proceduto con ulteriori misure per alleviare i danni economici causati dalla rapida diffusione del coronavirus, mentre il 26 marzo il presidente della Fed Jerome Powell ha dichiarato che la Fed ha ancora spazio per ulteriori azioni politiche e che non lo sono a corto di munizioni. Riteniamo che i partecipanti al mercato possano stare in guardia per le richieste iniziali di disoccupazione di giovedì per la settimana conclusasi il 3 aprile.

Per quanto riguarda gli altri dati diffusi mercoledì, durante le negoziazioni asiatiche, il saldo delle partite correnti del Giappone per febbraio sta venendo fuori, mentre più tardi nella giornata, il Canada rilascia i suoi alloggi e permessi di costruzione rispettivamente per marzo e febbraio. Il surplus commerciale del Giappone dovrebbe essere aumentato a 3.062 trilioni di yen giapponesi da 0,612 trilioni di yen giapponesi. Nessuna previsione è disponibile per i permessi di costruzione del Canada, mentre l'inizio delle abitazioni dovrebbe essere sceso a 165k a marzo da 210,1k a febbraio.

Giovedì, i riflettori probabilmente cadranno sulle richieste iniziali di disoccupazione per la settimana conclusasi il 3 aprile. La scorsa settimana, le richieste iniziali hanno più che raddoppiato il precedente record di 3,3 milioni, raggiungendo un nuovo record a 6,65 milioni. Ora le previsioni indicano altri 5 milioni di richieste, ma tenendo presente che la situazione del virus negli Stati Uniti sta peggiorando di giorno in giorno, non saremmo sorpresi se ottenessimo un nuovo record. Ciò confermerebbe che i danni nel mercato del lavoro americano sono peggiori di quanto precedentemente previsto e potrebbero innescare un altro round di avversione al rischio. Anche l'indice preliminare del sentimento dei consumatori UoM per aprile potrebbe attirare un'attenzione particolare, in quanto potrebbe rivelare l'impatto del morale dei consumatori. Le aspettative sono per una diapositiva da 89,1 a 75,0, che sarà la più bassa da aprile 2013 e potrebbe aggiungere più carburante al volo degli investitori per la sicurezza.

US initial jobless claims

In Canada, il focus potrebbe essere sui dati sul lavoro della nazione per marzo. Le aspettative sono che il tasso di disoccupazione sia salito al 7,0% dal 5,6%, mentre si prevede che la variazione netta dell'occupazione dimostrerà che l'economia ha perso 350k posti di lavoro dopo aver guadagnato 30,3k. Questa sarebbe la peggiore stampa nella storia del Canada, almeno dal momento che possiamo trovare dati da, e potrebbe aumentare la speculazione per ulteriori stimoli da parte della Banca del Canada.

Canada unemployment rate

Il 27 marzo, la Banca ha deciso di ridurre i tassi di interesse allo 0,25% e di avviare un programma di QE al fine di salvaguardare la sua economia dagli effetti della diffusione del coronavirus. Il Consiglio direttivo ha sottolineato la sua disponibilità a intraprendere ulteriori azioni a sostegno dell'economia e del sistema finanziario, ma analogamente all'RBA, hanno osservato che il tasso politico è ora al suo limite inferiore effettivo, il che significa che non sono disposti a tagliare i tassi di interesse ulteriore. Forse decideranno di espandere il loro programma di QE se la diffusione del virus minaccia ancora di più le prospettive dell'economia canadese.

Detto questo, anche se il dollaro canadese scivola su dati sull'occupazione potenzialmente deludenti, la sua direzione più ampia potrebbe dipendere principalmente dai movimenti dei prezzi del petrolio, poiché il Canada è tra le maggiori nazioni produttrici ed esportatrici di petrolio al mondo. La scorsa settimana, sia il Brent che il WTI sono saliti alle stelle sulla speculazione che l'Arabia Saudita e la Russia potrebbero eventualmente concordare nuovi tagli alla produzione per stabilizzare il mercato dell'energia e, quindi, resta da vedere se questo sarà il caso e, in caso affermativo, se i nuovi tagli saranno basti a compensare il crollo della domanda globale a causa dello scoppio della pandemia. Secondo i media, una riunione dell'OPEC + potrebbe aver luogo mercoledì e giovedì.

USD/CAD vs WTI

Per quanto riguarda il resto dei dati di giovedì, nel Regno Unito abbiamo il PIL mensile, la produzione industriale e manifatturiera e la bilancia commerciale, tutto per il mese di febbraio. Non è disponibile alcuna previsione per il tasso del PIL, mentre si prevede che le produzioni sia industriali che manifatturiere siano cresciute dello 0,2% m / m da -0,1% e + 0,2% rispettivamente. Il deficit commerciale della nazione dovrebbe essere aumentato a 6,00 miliardi di sterline da 3,72 miliardi di sterline. In ogni caso, riteniamo che gli operatori in sterline preferiranno prestare maggiore attenzione ai dati relativi al mese di marzo, durante il quale il coronavirus ha probabilmente lasciato più segni sull'economia del Regno Unito.

Anche i verbali delle riunioni della BCE e gli IPP statunitensi per marzo dovrebbero essere rilasciati, ma tenendo presente che la BCE ha già proceduto con ulteriori misure dopo l'ultima riunione ordinaria e che gli investitori potrebbero preferire concentrarsi sulle richieste iniziali di disoccupazione con per quanto riguarda i dati statunitensi, prevediamo che entrambe queste versioni passino in gran parte inosservate.

Venerdì, è il Venerdì Santo nella maggior parte delle nazioni sotto il nostro radar e quindi i rispettivi mercati saranno chiusi.

Per quanto riguarda i dati, otteniamo solo l'IPC e l'IPP della Cina per marzo e gli IPC statunitensi per lo stesso mese. L'IPC cinese dovrebbe essere rallentato a + 4,9% su base annua da + 5,2%, mentre si prevede che il tasso PPI sia entrato in acque negative. In particolare, dovrebbe scendere a -0,1% a / a da + 0,8% a febbraio.

Per quanto riguarda i dati sull'inflazione degli Stati Uniti a marzo, il tasso principale dovrebbe scendere dal + 2,3% a + 1,6% su base annua, mentre il tasso core dovrebbe scendere dal 2,3% al 2,3%. Il caso in cui il tasso principale scenda più di quello core è supportato dal cambio del WTI, che è scivolato ulteriormente nel territorio negativo. Non dimentichiamo che la differenza tra il titolo e gli IPC fondamentali è rappresentata da elementi volatili,come l'energia

                             US CPIs vs yoy change in WTI

A seguito dei deludenti NFP dello scorso venerdì, e potenzialmente di un altro enorme aumento delle richieste iniziali di disoccupazione per la scorsa settimana, il rallentamento dell'inflazione potrebbe aumentare la speculazione per ulteriori interventi da parte del FOMC. Detto questo, con il Comitato che ha portato i tassi nell'intervallo 0-0,25% e annunciando quantità illimitate di acquisti di QE, la grande domanda è: quali altre misure possono adottare? Opteranno per tassi di interesse negativi? La Fed non è mai stata a favore del regime dei "tassi negativi", ma resta da vedere se l'epidemia di coronavirus li costringerà a fare un'eccezione. Secondo i rendimenti dei futures sui fondi Fed, gli investitori non prevedono qualcosa del genere al momento.

Fed funds futures market interest rate expectations

 

 Nota: il testo e' stato tradotto dall'articolo originale in lingua inglese

Disclaimer:

Il contenuto che produciamo non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento (non deve essere considerato come tale) e non costituisce in alcun modo un invito ad acquisire alcun strumento o prodotto finanziario. Il Gruppo di società di JFD, le sue affiliate, agenti, direttori, funzionari o dipendenti non sono responsabili per eventuali danni che possono essere causati da commenti o dichiarazioni individuali degli analisti di JFD e non si assume alcuna responsabilità in merito alla completezza e correttezza del contenuto presentato . L'investitore è il solo responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento. Di conseguenza, si dovrebbe cercare, se si ritiene appropriato, una consulenza professionale indipendente pertinente sull'investimento considerato. Le analisi e i commenti presentati non includono alcuna considerazione dei vostri obiettivi di investimento personali, circostanze finanziarie o esigenze. Il contenuto non è stato preparato in conformità con i requisiti legali per le analisi finanziarie e deve pertanto essere considerato dal lettore come informazione di marketing. JFD vieta la duplicazione o la pubblicazione senza esplicita approvazione.

 

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Si prega di leggere l'informativa completa sui rischi.

Copyright 2020 JFD Group Ltd.

 

WEEKLY FINANCIAL NEWSLETTER
RIGHT INTO YOUR MAILBOX!
SUBSCRIBE TO JFD'S STRATEGIC REPORT

ALTRE INFORMAZIONI SUL MERCATO