Loading...
Attenzione Traders!
Pericolo!

Siti web fraudolenti cerano di mostrare di avere connessioni con JFD

Si prega di essere consapevoli dei siti Web fraudolenti che si presentano come affiliati e / o controparti di JFD.

Piu informazioni
by Charalambos Pissouros

Previsioni settimanali: 20 aprile - 24 aprile: PMI di aprile sotto il radar degli investitori

Questa settimana, la serie più importante di rilasci potrebbe essere quella delle PMI dell'UE e degli Stati Uniti di giovedì, in quanto potrebbero far luce sul se e fino a che punto le ferite economiche, dovute al coronavirus, si sono trascinate nel secondo trimestre dell'anno. Anche i sondaggi tedeschi ZEW e Ifo per aprile potrebbero attirare un'attenzione speciale. Riceviamo anche diversi dati dal Regno Unito, comprese le stampe di inflazione per il mese di marzo.

Il lunedì è un giorno relativamente leggero, senza dati importanti sull'agenda economica. Le uniche pubblicazioni degne di nota sono il conto corrente dell'Eurozona e i saldi commerciali di febbraio. Detto questo, nessuna previsione è disponibile per nessuna delle due versioni.

Martedì, durante la giornata europea, riceviamo il rapporto sull'occupazione nel Regno Unito per febbraio. Le aspettative sono che il tasso di disoccupazione sia sceso al + 3,8% dal 3,9%, mentre si prevede che il cambiamento di occupazione a 3 mesi a rotazione mostrerà che l'economia ha guadagnato 143k posti di lavoro, dopo aver aggiunto 184k a gennaio. Si prevede che le entrate settimanali medie, inclusi i bonus, siano rallentate dal 3,1% al + 3,0% su base annua, ma si prevede che la percentuale di bonus esclusi abbia registrato un aumento del 3,1% su base annua dal 3,1%. Detto questo, tuttavia, non crediamo che questo rapporto attirerà l'attenzione di solito. Il motivo è perché si riferisce a un periodo prima dell'inizio della rapida diffusione del virus, lasciando profonde ferite all'economia del Regno Unito. Riteniamo che i commercianti di GBP potrebbero preferire prestare maggiore attenzione ai dati relativi a periodi più recenti, come gli IPC e le vendite al dettaglio per marzo, in scadenza rispettivamente mercoledì e giovedì.

UK_realwages

Dalla Germania riceviamo il sondaggio ZEW per aprile. Si prevede che sia le condizioni attuali sia gli indici del sentimento economico siano rimasti in acque negative, ma si siano in qualche modo rimbalzati, rispettivamente a -30,0 e -43,0 da -43,1 e -49,5. Qualcosa del genere potrebbe dimostrare che il recente rallentamento della diffusione del coronavirus ha in qualche modo migliorato il morale degli analisti e potrebbe sollevare speculazioni sul fatto che il sondaggio Ifo, basato sulle opinioni dei produttori e dei rivenditori, possa seguire l'esempio.

Nel corso della giornata, otteniamo le vendite al dettaglio del Canada per febbraio. Si prevede che il tasso principale sarà sceso a + 0,3% base mensile da + 0,4%, mentre si prevede che quello core sia rimbalzato a + 0,2% da -0,1%. Allo stesso modo, con i dati sull'occupazione nel Regno Unito, non ci aspettiamo che questo rilascio si dimostri un importante motore del mercato. Riteniamo che gli operatori Loonie potrebbero preferire concentrarsi su dati più recenti, uno dei quali potrebbe essere l'IPC del Canada per marzo, in uscita mercoledì.

Negli Stati Uniti, abbiamo le vendite di case esistenti per marzo, che dovrebbero essere rallentate a + 0,7% mamme dal + 6,5% di febbraio.

Mercoledì, durante le negoziazioni europee, dovrebbero essere rilasciati gli IPC del Regno Unito per marzo. Si prevede che il tasso principale si sia mantenuto stabile a + 1,7% su base annua, mentre si prevede che quello core sia scivolato a + 1,5% su base annua da + 1,7%. Tuttavia, tenendo presente che il cambio di petrolio del Brent è scivolato più in profondità nel territorio negativo durante il mese di marzo, se il tasso core dovesse scivolare, vediamo che il rischio per il titolo uno è diminuito ancora di più. Ricorda che la differenza tra il titolo e gli IPC fondamentali è rappresentata da elementi volatili, come l'energia.

UK_CPIs

Alla loro ultima riunione, la prima guidata dal nuovo governatore, Andrew Bailey, i responsabili politici della BoE hanno deciso di mantenere invariati i tassi di interesse allo 0,10% e hanno concordato di continuare con il loro programma di 200 miliardi di sterline di titoli di Stato britannici e sterline di investimento non finanziario acquisti di obbligazioni societarie, per portare lo stock totale di questi acquisti a GBP 645 miliardi. Per quanto riguarda i loro piani futuri, hanno osservato che continueranno a monitorare attentamente la situazione e che saranno pronti a rispondere ulteriormente se necessario. Pertanto, un rallentamento dell'inflazione, ulteriormente al di sotto dell'obiettivo della Banca, potrebbe aggiungere alla speculazione che la BoE potrebbe aumentare i suoi sforzi di stimolo per sostenere l'economia britannica dalle ferite del coronavirus.

Nel corso della giornata, otteniamo ulteriori dati sull'inflazione per marzo, questa volta dal Canada. Il tasso principale dovrebbe essere sceso a + 2,1% su base annua da + 2,2%, mentre non è disponibile alcuna previsione per il tasso core. Tenendo conto del fatto che il tasso di variazione del WTI è sceso ulteriormente nel territorio negativo, vediamo i rischi del tasso core inclinati al ribasso. Detto questo, con la BoC che ha annunciato un'espansione dei suoi acquisti di QE proprio la scorsa settimana, non ci aspettiamo che questo set di dati costringa i politici ad agire di nuovo al prossimo incontro, soprattutto se il tasso principale rimane al di sopra del punto medio dell'intervallo target della Banca dell'1-3%. Riteniamo che i funzionari possano decidere di mettersi in disparte e monitorare se le misure già adottate abbiano avuto l'effetto desiderato sull'economia canadese.

Can_CPIs

Il giovedì è giorno di PMI. Otteniamo gli indici preliminari di produzione e servizi per aprile da diverse nazioni dell'area dell'euro e il blocco nel suo insieme, nonché le stampe preliminari degli Stati Uniti. Si prevede che le PMI manifatturiere e dei servizi dell'Eurozona siano ulteriormente diminuite nel territorio contrazionario, rispettivamente a 40,0 e 24,0 da 44,5 e 26,4, cosa che trascinerà l'indice composito da 26,7 a 26,0 da 29,7. Negli Stati Uniti, l'indice manifatturiero dovrebbe scendere a 42,8 da 48,5, mentre si prevede che i servizi si siano in qualche modo aumentati, a 42,0 da 39,8.

EZ_PMIs

Un altro ciclo di declino delle PMI migliorerebbe l'opinione secondo cui le ferite economiche globali dovute alla rapida diffusione del coronavirus si sono trascinate nel secondo trimestre dell'anno. Giovedì, la presidente della BCE Christine Lagarde ha dichiarato che lei e i suoi colleghi sono impegnati a fare tutto il necessario per combattere la crisi, mentre il 26 marzo il presidente della Fed Powell ha sottolineato che la Fed non finirà le munizioni nel suo tentativo di stimolare l'economia. Pertanto, tenendo conto di tutto ciò, un insieme deludente di PMI potrebbe sollevare la speculazione di un ulteriore allentamento da parte della BCE e del FOMC.

Oltre alle PMI, abbiamo anche le vendite al dettaglio nel Regno Unito e le vendite di nuove case negli Stati Uniti, entrambe per marzo. Si prevede che le vendite al dettaglio principali nel Regno Unito siano scese a + 0,8% su base annua da + 0,9%, ma si prevede che il tasso core sia aumentato a + 1,1% su base annua da + 0,5%. Tuttavia, tenendo presente che il tasso annuale del monitoraggio delle vendite al dettaglio BRC per il mese è sceso al -3,5% da -0,4%, vediamo i rischi che circondano i dati ufficiali inclinati al ribasso. Si prevede che le vendite di nuove case negli Stati Uniti siano diminuite del 2,2%, dopo essere diminuite del 4,4% a febbraio.

Infine, venerdì, durante la mattinata asiatica, otteniamo i CPI nazionali del Giappone per marzo. Non è disponibile alcuna previsione per il tasso principale, ma si prevede che il core sia sceso a + 0,4% su base annua da + 0,6%. Il tasso CPI di Tokyo core è sceso a + 0,4% da + 0,5%, supportando l'idea di una scivolata nel tasso core nazionale, mentre quello principale di Tokyo è rimasto stabile al + 0,4%, suggerendo che il tasso principale nazionale potrebbe essere rimasto invariato anche.

Durante la giornata europea, sta uscendo il sondaggio tedesco Ifo per aprile. Si prevede che sia l'attuale indice che gli indici delle aspettative commerciali siano scesi a 82,0 e 75,0 rispettivamente da 93,0 e 79,7. Ciò porterebbe l'indice del clima aziendale a 80,0 da 86,1. Tuttavia, tenendo conto del fatto che sia le condizioni attuali sia gli indici del sentiment economico dell'indagine ZEW dovrebbero in qualche modo riprendersi, vediamo i rischi che circondano le previsioni Ifo inclinati al rialzo.

IfosZEW

Dagli Stati Uniti riceviamo gli ordini di beni durevoli per marzo e l'indice finale di fiducia dei consumatori UoM per aprile. Si prevede che gli ordini principali saranno crollati dell'11,4% base mensile, dopo essere saliti dell'1,2% a febbraio, mentre si prevede che il tasso core sia salito a -0,4% ,su base mensile, da -0,6%. Ciò suggerisce che la caduta nella stampa del titolo potrebbe essere dovuta a un calo degli ordini di aeromobili, che appare come un fenomeno normale, almeno per noi, se prendiamo in considerazione i divieti di viaggio e i colpi che l'industria ha subito a causa della pandemia epidemia. Per quanto riguarda l'indice UoM, dovrebbe essere rivisto a 71.2 da 71.0

Nota: il testo e' stato tradotto dall'articolo originale in lingua inglese

Disclaimer:

Il contenuto che produciamo non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento (non deve essere considerato come tale) e non costituisce in alcun modo un invito ad acquisire alcun strumento o prodotto finanziario. Il Gruppo di società di JFD, le sue affiliate, agenti, direttori, funzionari o dipendenti non sono responsabili per eventuali danni che possono essere causati da commenti o dichiarazioni individuali degli analisti di JFD e non si assume alcuna responsabilità in merito alla completezza e correttezza del contenuto presentato . L'investitore è il solo responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento. Di conseguenza, si dovrebbe cercare, se si ritiene appropriato, una consulenza professionale indipendente pertinente sull'investimento considerato. Le analisi e i commenti presentati non includono alcuna considerazione dei vostri obiettivi di investimento personali, circostanze finanziarie o esigenze. Il contenuto non è stato preparato in conformità con i requisiti legali per le analisi finanziarie e deve pertanto essere considerato dal lettore come informazione di marketing. JFD vieta la duplicazione o la pubblicazione senza esplicita approvazione.

 

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Si prega di leggere l'informativa completa sui rischi.

Copyright 2020 JFD Group Ltd.

WEEKLY FINANCIAL NEWSLETTER
RIGHT INTO YOUR MAILBOX!
SUBSCRIBE TO JFD'S STRATEGIC REPORT

ALTRE INFORMAZIONI SUL MERCATO