Loading...
Attenzione Traders!
Pericolo!

Siti web fraudolenti cerano di mostrare di avere connessioni con JFD

Si prega di essere consapevoli dei siti Web fraudolenti che si presentano come affiliati e / o controparti di JFD.

Piu informazioni
by Charalambos Pissouros

Previsioni settimanali: dic 09 - 13 dic: elezioni generali del Regno Unito, decisioni del tasso FOMC, BCE e BNS

E è giunto il momento! Giovedì abbiamo le elezioni generali nel Regno Unito. I sondaggi indicano una vittoria di Tory, qualcosa che potrebbe aprire le porte alla ratifica dell'accordo sulla Brexit concordato tra il Primo Ministro britannico Johnson e l'UE. Oltre alle elezioni, abbiamo anche tre banche centrali che decidono sui tassi di interesse: il FOMC, la BCE e la Banca nazionale. Si prevede che tutti e tre mantengano invariate le rispettive politiche e, pertanto, l'attenzione sarà focalizzata su segnali e suggerimenti per quanto riguarda il loro futuro corso d'azione.

Lunedì sembra essere un giorno relativamente leggero, con gli unici indicatori che vale la pena menzionare sono le abitazioni in Canada inizia per novembre e i permessi di costruzione per ottobre. L'inizio delle abitazioni dovrebbe essere leggermente aumentato, mentre i permessi di costruzione dovrebbero essere rimbalzati in ottobre dopo essere scivolati il ​​mese prima.

Martedì, durante la mattinata asiatica, abbiamo il sondaggio commerciale NAB in Australia per novembre e CPI e PPI della Cina per lo stesso mese. Non sono disponibili previsioni per i dati australiani, mentre sia l'IPC che l'IPP della Cina dovrebbero aumentare leggermente. Si prevede che il tasso CPI sia aumentato a + 4,2% su base annua da + 3,8%, mentre si prevede che quello su PPI abbia registrato un aumento del -1,5% su base annua da -1,6%.

Durante la sessione europea, otteniamo gli IPC della Norvegia per novembre. Si prevede che sia il titolo sia i tassi core saranno scesi al + 1,7% su base annua e al 2,1% su base annua, rispettivamente dall'1,8% al 2,2%. Con la Banca Norges che ritiene che i tassi di interesse rimarranno probabilmente ai livelli attuali nel prossimo periodo, è improbabile che un piccolo rallentamento dell'inflazione modifichi le aspettative sul futuro corso della Banca.

Dal Regno Unito, otteniamo il PIL finale per il terzo trimestre, i dati di produzione industriale e manifatturiera per ottobre, nonché la bilancia commerciale della nazione per il mese. Il PIL dovrebbe essere rivisto al ribasso, a -0,2% qoq da + 0,3%, mentre si prevede che i tassi di PI e MP saranno aumentati. Si prevede che il tasso IP sia rimbalzato a + 0,2% mamme da -0,3%, mentre si prevede che quello MP sia aumentato da -0,4% a -0,1% mamme. Per quanto riguarda la bilancia commerciale, il disavanzo della nazione dovrebbe essersi leggermente ridotto.

In Germania, il sondaggio ZEW per dicembre dovrebbe essere rilasciato. Si prevede che l'attuale indice delle condizioni si sia leggermente spostato verso l'alto ma che sia rimasto in territorio negativo. In particolare, dovrebbe passare da -24,7 a -22,3. Si prevede che l'indice del sentimento economico sia uscito dalla zona negativa. Si prevede che salirà a +0,3 da -2,1.

Mercoledì, l'evento principale sarà probabilmente la decisione sul tasso di interesse del FOMC. Questo sarà uno dei più grandi incontri, dove oltre alla dichiarazione e alla conferenza stampa del presidente Powell, avremo anche proiezioni economiche aggiornate, incluso il nuovo "dot plot". Nell'ultima riunione del FOMC, il Comitato ha deciso di ridurre i tassi di interesse di 25 pb, come era ampiamente previsto, ma nella dichiarazione che accompagna la decisione, hanno modificato la loro formulazione. Invece di notare che "agiranno nel modo appropriato" per sostenere l'espansione economica, hanno detto che "monitoreranno le implicazioni delle informazioni in arrivo per le prospettive economiche" mentre valutano il percorso appropriato.

US Fed funds futures market vs FOMC interest rate expectations

Il messaggio che abbiamo ricevuto è che la Fed ha in programma di rimanere fuori gioco, a meno che le cose non cadano fuori dall'orbita. Nondimeno, gli investitori non sono rimasti convinti del fatto che i politici abbiano tagliato i tassi e, secondo i futures sui fondi della Fed, anche dopo il forte rapporto sull'occupazione di venerdì, continuano a fissare un altro taglio di un quarto di punto l'anno prossimo. Hanno appena spinto indietro i tempi, da luglio a settembre. Pertanto, tutta l'attenzione sarà rivolta al fatto che i responsabili politici si attengano alla loro formulazione "marginale" e se il nuovo diagramma a punti non punterà ancora a ulteriori tagli il prossimo anno. In tal caso, gli investitori potrebbero eventualmente prendere le loro scommesse sul tavolo del 2020, qualcosa che potrebbe aiutare il dollaro a rafforzarsi.

Per quanto riguarda i dati di mercoledì, prima della decisione del FOMC, avremo i dati sull'inflazione in Svezia e negli Stati Uniti per novembre. Iniziando con i numeri della Svezia, si prevede che sia i tassi CPI che CPIF siano aumentati a + 1,8% a / a e + 1,6% a / a, rispettivamente dall'1,6% all'1,5%. Presteremo inoltre particolare attenzione alla metrica CPIF di base, che ha raggiunto il + 1,7% in ottobre dal + 1,6% a settembre. Nella riunione precedente, Riksbank ha mantenuto invariato il tasso di pronti contro termine a -0,25%, ma ha cambiato la sua guida in avanti affermando che il tasso sarà probabilmente portato a zero a dicembre. Pertanto, è probabile che l'accelerazione dell'inflazione sigilli l'accordo per tale azione.

Per quanto riguarda i numeri statunitensi, si prevede che il tasso principale sia salito a + 2,0% da + 1,8%, mentre si prevede che quello core si sia mantenuto stabile a + 2,3% su base annua. Anche se qualcosa del genere sarebbe una notizia incoraggiante per i trader di USD, non ci aspettiamo una grande reazione del mercato, poiché molto probabilmente avranno lo sguardo bloccato sulla decisione del FOMC nel corso della giornata.

Giovedì, tutti gli occhi saranno puntati sulle elezioni generali del Regno Unito, con i risultati previsti durante la mattinata asiatica venerdì. Secondo sondaggi di opinione, i conservatori guidano la corsa, con l'ultimo che dà loro un vantaggio di 11 punti percentuali contro il Partito laburista dell'opposizione. Ciò ha suscitato la speranza che i Tories guadagnino la maggioranza parlamentare, cosa che potrebbe aprire le porte alla ratifica dell'accordo sulla Brexit concordato tra il Primo Ministro britannico Boris Johnson e l'UE, ponendo così fine a oltre tre anni di incertezza politica. Detto questo, ripetiamo ancora una volta che è difficile fidarsi dei sondaggi. Dopotutto, si sono dimostrati sbagliati nella stima del supporto per Brexit nel 2016.

UK general elections polls

Per quanto riguarda la sterlina, vediamo i rischi che circondano la sua reazione come asimmetrici. Sì, potrebbe guadagnare di più in caso di una vera vittoria di Tory, ma tenendo presente che si è già radunato su tali speranze, non ci aspettiamo che salga alle stelle. D'altra parte, i risultati che indicano un altro parlamento sospeso potrebbero essere un'enorme delusione, poiché farebbero rivivere il rischio di un'uscita disordinata. Ciò potrebbe quindi spingere la valuta britannica fuori dalla scogliera.

Oltre alle elezioni nel Regno Unito, abbiamo anche due banche centrali che decidono sui tassi di interesse: la BCE e la Banca nazionale. Facendo rotolare la palla con la BCE, il suo ultimo incontro è stato anche l'ultimo con Mario Draghi al timone. Allora, i funzionari hanno deciso di mantenere invariati la propria politica e orientamento, ribadendo che i tassi di interesse dovrebbero rimanere ai loro livelli attuali o inferiori fino a quando le prospettive di inflazione convergono fortemente verso il loro obiettivo.

ECB interest rates

Anche se non è prevista alcuna azione politica in questo incontro, potrebbe attirare un'attenzione speciale in quanto questo sarebbe il primo guidato da Christine Lagarde. Gli investitori potrebbero essere alla ricerca della sua visione della politica monetaria, alla ricerca di segnali su come intende guidare la ruota della politica monetaria. Tuttavia, la nostra opinione è che lei si asterrà dal fare commenti audaci in questa riunione. Riteniamo che potrebbe preferire aspettare qualche tempo per coordinarsi con i suoi colleghi e trovare una linea comune. Per ora, potrebbe fare eco alle osservazioni di Draghi, chiedendo un maggiore sostegno fiscale da parte delle nazioni dell'area dell'euro.

Passando la palla alla Banca nazionale, nella sua precedente riunione, la Banca ha mantenuto intatta la sua politica, ribadendo che rimane disposta a intervenire sul mercato dei cambi secondo necessità e che il franco rimane molto apprezzato. Da allora, la Svizzera è caduta in deflazione e quindi sarebbe interessante vedere se i funzionari prenderanno in considerazione la riduzione dei tassi. Tuttavia, con tassi già profondi nel territorio negativo, ridurli ulteriormente potrebbe essere una decisione difficile da prendere. I funzionari possono mostrare prontezza a farlo se necessario, ma è improbabile che agiscano in occasione di questa riunione. Secondo l'OIS (Overnight Index Swap) della Svizzera, c'è solo una probabilità del 20% che un taglio di un quarto di punto venga consegnato a questo incontro.

Switzerland inflation

Per quanto riguarda i dati di giovedì, si prevede che la produzione industriale dell'Eurozona sia scesa dello 0,4% a ottobre, dopo essere cresciuta solo parzialmente (+ 0,1% a) a settembre.

Infine, venerdì, durante la sessione asiatica, riceviamo il sondaggio giapponese Tankan per il quarto trimestre. Si prevede che l'indice dei grandi produttori sia sceso a 2 da 5, mentre si prevede che quello dei non produttori di grandi dimensioni abbia segnato un punteggio da 16 a 15.

Più tardi, le vendite al dettaglio negli Stati Uniti per novembre stanno uscendo. Si prevede che sia il titolo sia i tassi core saranno leggermente aumentati, passando a + 0,4% da + 0,3% e + 0,2% rispettivamente.

 

Nota: il testo e' stato tradotto dall'articolo originale in lingua inglese

Disclaimer:

Il contenuto che produciamo non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento (non deve essere considerato come tale) e non costituisce in alcun modo un invito ad acquisire alcun strumento o prodotto finanziario. Il Gruppo di società di JFD, le sue affiliate, agenti, direttori, funzionari o dipendenti non sono responsabili per eventuali danni che possono essere causati da commenti o dichiarazioni individuali degli analisti di JFD e non si assume alcuna responsabilità in merito alla completezza e correttezza del contenuto presentato . L'investitore è il solo responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento. Di conseguenza, si dovrebbe cercare, se si ritiene appropriato, una consulenza professionale indipendente pertinente sull'investimento considerato. Le analisi e i commenti presentati non includono alcuna considerazione dei vostri obiettivi di investimento personali, circostanze finanziarie o esigenze. Il contenuto non è stato preparato in conformità con i requisiti legali per le analisi finanziarie e deve pertanto essere considerato dal lettore come informazione di marketing. JFD vieta la duplicazione o la pubblicazione senza esplicita approvazione.

 

Il 78% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Si prega di leggere l'informativa completa sui rischi.

 

WEEKLY FINANCIAL NEWSLETTER
RIGHT INTO YOUR MAILBOX!
SUBSCRIBE TO JFD'S STRATEGIC REPORT

ALTRE INFORMAZIONI SUL MERCATO